La Società Democratica Operaia, nata nel 1862, è una delle più antiche associazioni di Chiavenna ed è tutt'ora attiva come organizzazione di volontariato.
            Ha per fondamento la solidarietà fra le donne e gli uomini del lavoro e fra i popoli.
Si prefigge la difesa delle libertà civili e l'emancipazione politica e sociale anche mediante la promozione della cultura.

News...

OBBLIGHI TRASPARENZA EROGAZIONI PUBBLICHE ANNO 2021
Nella sezione "Attività - contributi e donazioni" si pubblicano le sovvenzioni, i contributi, gli incarichi retribuiti o i vantaggi economici ricevuti dalle imprese tenute all'obbligho di pubblicità delle erogazioni pubbliche come da Art.1, commi 124-129 Legge 4/8/2017 n. 124, modificati dall’art.35 D.L. 34/2019: clicca qui per scaricare il documento
Dì della bresaola.png

Condividiamo un estratto dello spettacolo andato in scena il 23 aprile 2022 presso il nostro teatro, uno degli appuntamenti del progetto "Verso il 25 aprile".

Scritto e musicato da Mariangela Tandoi

 

Storie di donne combattenti tratte dal libro "La Resistenza taciuta" di Anna Maria Bruzzone e Rachele Farina

 

Elisa Roson attrice e interprete

Simone Del Baglivo percussioni

Marco Franceschetti sax tenore

Mariangela Tandoi tastiera

5 per mille e 2 per mille

All'atto della denuncia dei redditi è possibile indicare un'associazione destinataria di una piccola, ma significativa, percentuale del proprio tributo. A questa fonte di finanziamento si rivolge anche la Società Operaia di Chiavenna. Le risorse  ricevute vengono utilizzate per il completamento del lavoro di ristrutturazione della sede sociale e del teatro di via Chiarelli, nonchè alle attività culturali e sociali che in tali sedi trovano spazio. 

Per contribuire alle nostre attività, che conoscete, o potete conoscere consultando questo sito, basta semplicemente apporre la firma nella casella delle scelte 5 per mille e/o 2 per mille a sostegno del volontariato, indicando il C.F. 81000650143.

Ringraziamo anticipatamente quanti vorranno contribuire alla riuscita ed allo sviluppo delle nostre iniziative.

df847885-358e-4d0e-b0f0-49e7ce092406.JPG

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/8

VERSO IL 25 APRILE - Passeggiata partigiana a Mese

Con partenza dal giardino della Società Democratica Operaia di Chiavenna questa mattina ha avuto luogo la passeggiata, promossa dal comitato "Verso il 25 aprile", che quest'anno ha toccato i luoghi storici del paese di Mese. Grazie ai preziosi interventi di alcuni storici locali la comitiva, costituita da circa una settantina di partecipanti, ha potuto contestualizzare alcuni fatti del periodo 1940-1945 avvenuti a Mese o che hanno visto protagonisti i suoi cittadini. Si è parlato di alcuni fatti di armi avvenuti nel periodo dell'occupazione tedesca, dei tragici eventi che hanno coinvolto gli alpini ed in particolare la vicenda dell'alpino Abram, rientrato solo nel 1945 dalla campagna di Russia. Infine visita alla Centrale di Mese, con particolare attenzione ai 100 anni dalla sua costruzione e dando rilievo alle vicende avvenute durante il biennio 1943 - 1945.

Il Sindaco di Mese, con un intervento, ha quindi chiuso la mattinata.

Il prossimo appuntamento promosso dal comitato "Verso il 25 aprile" sarà uno spettacolo teatrale che avrà luogo sabato 23 aprile presso il Teatro della Società Democratica Operaia di Chiavenna.

Erogazione borsa di studio da Fondo Sociale Tullio Pench

(clicca qui per accedere direttamente alla pagina relativa)

Grazie a donazioni ricevute allo scopo di erogare borse di studio che aiutino studenti valchiavennaschi, dal 2018 si è costituito in seno alla Società Democratica Operaia di Chiavenna un fondo sociale intitolato a ricordo di Tullio Pench, figura emerita di socio della S.D.O. e di chiavennasco, al quale attingere per il suddetto scopo. L'iniziativa si ispira al valore della mutualità, ed è aperta alle donazioni che si volessero aggiungere ad incremento del fondo ed a garanzia di una sua prosecuzione temporale. Le erogazioni si vogliono inoltre ispirare al carattere di "prestito d'onore", ovvero incentivare i beneficiari, pur senza alcun vincolo, a contribuire a loro volta all’azione del fondo di solidarietà quando, avviati al lavoro, godranno di un reddito adeguato.

La scelta operata dalla commissione istituita in seno al consiglio della Società Operaia è stata quella di destinare annualmente una borsa di studio di 1000 euro ad uno studente, o studentessa, che si avvia ad intraprendere un corso universitario, considerata l'onerosità di tale percorso scolastico per i residenti in Valchiavenna. I criteri attraverso i quali verrà stilata la graduatoria che decreterà il beneficiario sono riportati nel regolamento stilato dalla commissione. L'erogazione avverrà il primo maggio, in occasione della Festa dei Lavoratori, tradizionale appuntamento alla Società Operaia di Chiavenna.

L'iniziativa si va ad aggiungere a quelle aventi lo stesso scopo attivate da Enti Locali e da altre Istituzioni od associazioni, a potenziamento del sostegno al percorso formativo, culturale e professionale, dei nostri giovani.

Le domande possono essere presentate a partire dal 1 dicembre 2021, ed entro il 31 gennaio 2022.

Il regolamento è pubblicato sul sito della Società Operaia (clicca qui), www.societaoperaiachiavenna.com , ove può essere scaricata la modulistica.

Le domande e la relativa documentazione vanno inviate all'indirizzo mail societaoperaiachiavenna@gmail.com.

 

Chiavenna, 22/11/2021

244200649_1519505635064686_5980196522364399272_n.jpg

Non poteva riprendere meglio l'attività pubblica della Società Operaia di Chiavenna nel post pandemia. La rassegna dedicata ai giovani creativi della Valchiavenna ha avuto ottimi riscontri, di pubblico e di gradimento per gli spettacoli messi in scena. Alle spalle l'intenso lavoro estivo preparatorio per tutti gli artisti, concretizzato nelle quattro proposte in calendario.
Ad aprire la rassegna la compagnia Agharti, con un lavoro originale derivante dalla penna del giovane Matteo De Boni (alias Maestro Ermete). A seguire la rivisitazione dell'Antigone di Sofocle operata dalla compagnia Dipiesse, con ben due repliche a tutto esaurito. Daniele Gianera, accompagnato da Sara Ciabarri al flauto, ha presentato poi un monologo con un bellissimo testo: interpretazione che ha saputo tenere alta l'attenzione e l'emozione. A chiudere il cartellone Alessandro Balatti, musicista, che ha proposto un viaggio in solitaria per mare sulle note delle proprie tastiere, con composizioni originali ed evocative. Particolare soddisfazione, oltre che per la qualità degli spettacoli, per le collaborazioni trasversali che si sono attivate tra le diverse realtà, sia in scena che per la parte tecnica, una messa in rete di passione e competenze che promette di offrire nuovi frutti nel prossimo futuro.

Fotografie di Lorenza Pansoni (Agharti), Enrico Caprio (Dipiesse), Pietro Martinucci ("Il cervo e il bambino"), Serena Morandi ("Diario di bordo")

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/13
4 luglio 2021
Le previsioni del tempo non hanno scoraggiato i numerosi pervenuti all'evento "Via Spluga camminante", escursione da Montespluga al passo Spluga con soste musicali, a cura di Francesco Savoretti e Fabio Mina (percussioni e fiati), e di narrazione, con gli attori della compagnia "Un filo drammatici" della Società Operaia di Chiavenna (testi tratti da testimonianze di viaggiatori in transito nel passato sul percorso). Ed il tempo ha tenuto, permettendo di vivere fino in fondo un'esperienza a detta di tutti emozionante, oltre che diversa nella formula. Si è trattato di una data della ricca rassegna 2021 di Ambria Jazz, in questo caso in collaborazione con CM della Valchiavenna, Consorzio Turistico Valchiavenna, MU.VI.S. ed Ecomuseo della Via Spluga, Comune di Campodolcino e Società Democratica Operaia di Chiavenna ODV.
Repubblica Un Filo Drammatici_pages-to-j

"La Repubblica" - 16/01/2021

Progetto "Racconti a Pois - le vostre parole (e non solo) a Teatro

Compagnia teatrale Un filo drammatici

Società Operaia di Chiavenna

RACCONTI A POIS

 Le vostre parole (e non solo) a Teatro

 

Compagnia teatrale "Un filo Drammatici

 Società Operaia di Chiavenna

Ci manca il nostro teatro, e forse anche a molti di voi.

Per questo vi proponiamo di tornare a renderlo vivo, insieme, con le vostre parole.

 

Vi chiediamo di mandarci degli scritti molto brevi.

Pensieri, citazioni, poesie, racconti, emozioni, dialoghi, barzellette, stati d’animo, lettere.

Insomma, testi di qualsiasi tipo e natura.

Non ci sono limiti di età. Potete anche riportarci frasi dette dai vostri bambini o dai vostri anziani,

Noi vi presteremo voce e corpo.

E in teatro, daremo vita alle vostre parole.

Una videocamera riprenderà gli attori/lettori, rispettando tutte le norme di sicurezza.

Realizzeremo dei brevi video che pubblicheremo un po’ per volta.

Faremo dei collage dei vostri scritti, sceglieremo degli estratti, uniremo le vostre voci in

piccoli racconti corali. Potete mandare anche disegni, foto, immagini per voi significativi.

Se qualcuno vorrà proporre ed eseguire a teatro delle coreografie o dei brani musicali

(sempre molto brevi), ce lo scriva e ci organizzeremo insieme. Specifichiamo che possono

essere eseguiti o utilizzati solo brani non tutelati. E che solo una persona alla volta

potrà accedere allo spazio del teatro.

Questo è l’indirizzo mail a cui inviare il vostro materiale ed eventuali proposte:

raccontiapois@gmail.com

Vi chiediamo di segnalarci se vorrete essere citati nei titoli di coda dei video, o se vorrete

mantenere l’anonimato.

A tutti, grazie. Ci ritroviamo a Teatro.

Nella speranza di vederci presto presso il nostro Teatro, la Band del Microfono vi fa gli auguri con la sigla della prossima edizione!

Un ringraziamento agli artisti che, a distanza, continuano a lavorare nell’attesa di poterci ritrovare a condividere insieme momenti di socialità e cultura!

Grazie a Massimiliano Fomasi per il montaggio!

Poster buono p@sto.jpg

Gli eventi di questo 2020 hanno determinato l'interruzione di tutte le nostre attività.

Confidiamo in una prossima ripartenza!

Siamo per questo al lavoro per riprendere le iniziative e proporne di nuove, che in particolare vedranno protagonisti i giovani.

La ripartenza potrà essere rapida anche grazie, parafrasando i Beatles, ad "un piccolo aiuto dai nostri amici". Un piccolo ma significativo investimento sul futuro di aggregazione sociale e culturale rappresentato dalla Società Operaia di Chiavenna!

Sostieni con una donazione le attività della Società Democratica Operaia di Chiavenna aderendo all'iniziativa!